calyw & co.

Questo blog nasce dalla mia voglia di far vedere cosa esce dalla mia fantasia e dalle mia mani, perciò conterrà tutto, da disegni a miniature, a piccoli e simpatici oggetti fatti in cernit o in pasta di sale, bigiotteria in perle e oggetti creati all'uncinetto, buona visione.

sabato, settembre 29, 2007

Bollire la pasta sintetica

Posto anche qui delle indicazioni che mi erano state richieste su come cuocere la pasta sintetica tramite bollitura


La tecnica è molto semplice praticamente al posto di cuocerli in forno non si fà altro che immergere le creazioni nell'acqua bollente , dopodichè a seconda delle dimensione le si fà cuocere per più o meno tempo, un oggetto piatto ma largo circa 4 cm impiega circa10 minuti a cuocersi. Naturalmente se l'oggetto è una sfera di 5 cm dovrai farlo cuocere anche 20 min , in modo che anche il cuore sia ben cotto.
La pentola che adopererai non potrai più usarla per gli alimenti, perciò sceglila bene.
per immergere le cose nell'acqua evitando di gettarli (potrebbero fare la botta sul fondo) io li adagio su della carta forno o della stagnola, dopodichè li immergo nell'acqua tenendo i bordi della carta (la carta tagliala in piccoli pezzi che finiscano dentro alla pentola una volta immersi). L'oggetto si staccherà da solo dalla carta forno appena la superfice comincerà a cucinarsi.
così tutte le schifezze che molla la pasta sintetica quando si cucina al posto di essere rilasciate nell'aria e affumicarti il forno (oltre che respirarle tu stessa) verranno contenute per la maggior parte nell'acqua.
Per lucidare le creazioni non fai altro che lucidarle con un panno di lana, basta strofinarle un poco e non servirà mettere nessuna resina per avere un effetto + lucido (alcuni usano mettere le resine per decoupage ma il panno di lana è il mio metodo preferito)
Può succedere a volte che se la creazione è composita (ha più parte assemblate), i pezzi durante la bollitura si stacchino, non è un problema, una volta cucinati e asciugati con una punta di vinavil potrai riassemblare la creazione. Spero di essere stata esaustiva se avete dubbi chiedetemi pure.

9 Comments:

Blogger Scarabocchio said...

Ciao Calyw!
Io non ho mai cotto la pasta tramite bollitura... non so, mi sa di scomodo!
Poi so che con questo metodo la pasta assorbe una piccola percentuale di acqua, che la rende più fragile e meno duratura nel tempo!
Tu sei riuscita a fare una prova cuocendo due pezzi uguali nelle 2 modalità forno/bollitura?

3:22 PM  
Anonymous betta said...

Grazie della spiegazione! Proverò e ti farò sapere! A presto!

2:00 PM  
Blogger Calyw said...

eh no non ho mai fatto il confronto, perchè avendo visto post in cui ci si lamentava che poi il forno prende odore di cernit e le pizze (o altro) assorbono poi i fumi lasciati in forno dalla pasta sintetica, ci ho rinunciato sul nascere.
avevo trovato questo metodo in alcuni post di un forum che si occupava di piccolo mondo, cioè quell'hobby in cui riproducono fedelmente case, stanze mobili cibi in miniatura.
Sulla solidità non saprei, sicuramente dovrei prendere un pezzo cotto in forno e vedere la differenza.

9:23 PM  
Blogger Scarabocchio said...

Indubbiamente con la bollitura si evitano le probabili bruciacchiature dei pezzi e i possibili odori... io ho un fornetto apposito ad utilizzo esclusivo della cottura delle paste sintetiche!
E' ovvio che chi non produce pezzi in quantità elevata come faccio io, farsi carico della spesa di un fornetto non è il caso!
Prima o poi la faccio la prova con 2 pezzi uguali... uno bollito e uno arrostito... eheheh!!!
;)

11:18 AM  
Blogger Calyw said...

Hai fatto la cosa migliore, infatti l'alternativa che avevo alla bollitura era quella di prendere un fornetto elettrico, ma dato che mi ero trovata bene non ci ho mai ripensato. Sappimi dire l'esito se fai la prova, perchè son curiosa di sapere se è meno resistente bollito

12:58 PM  
Anonymous Anonimo said...

ciao, mi sono da poco appassionata alla pasta sintetica.. volevo un consiglio: questa tecnica della bollitura va bene anche per il fimo?
ho visto che tu usi il cernit, che è simile ma non è lo stesso...
adesso sfoglio il tuo blog, da quel poco che ho visto faii delle cose davver belline!
ciao
sara

1:17 AM  
Blogger Calyw said...

non ho mai usato il fimo, perciò non posso dartelo per certo, ma puoi provare e vedere che succede ^_^

3:01 PM  
Anonymous Rughella said...

Io ho provato a bollire le mie murrine e gli oggetti fatti di pasta sintetica...UN DISASTRO! Soprattutto per il fatto che le bolle facevano sbattere da tutte le parti gli oggetti, con il risultato che si sono rotti... E in più non si sono induriti molto, ma sono rimasti abbastanza fragili nonostante li abbia bolliti per 30 minuti... A parer mio è una tecnica da EVITARE...

3:03 PM  
Blogger Calyw said...

se addirittura l'acqua riusciva a far sbattere tutto da tutte le parti allora erano oggetti piccolini, e 30 minuti erano davvero troppi e questo non ha fatto altro che deteriorare la pasta sintetica al posto di cucinarla e basta ;)

3:31 PM  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home